Condizionamento e refrigerazione

Il comfort di una casa e il benessere di chi la abita passano anche attraverso il controllo della temperatura e dell'umidità. Gli apparecchi di condizionamento e refrigerazione utilizzano i tubi di rame per le serpentine interne e il collegamento con l'unità esterna. Le principali caratteristiche che fanno preferire il rame come materiale ottimale per il condizionamento e refrigerazione sono le seguenti:

  • il rame è un eccellente conduttore di calore, con un coefficiente di scambio termico pari a 390  W/(m K): escludendo l’argento, è il valore più alto in assoluto tra tutti i metalli;
  • Il rame resiste alle alte pressioni, indispensabili per fluidi termovettori tipo l'R410 e l'R407, che lavorano rispettivamente a 35 atm e 22 atm; 
  • il rame ha un’altissima lavorabilità, che gli permette di essere sagomato facilmente anche con raggi di curvatura molto stretti, senza che si verifichino deformazioni o cricche che pregiudichino la sua efficienza; il rame ricotto (R 220) ha un allungamento minimo alla trazione pari al 40%: significa che un metro di tubo sottoposto a trazione longitudinale si allunga di almeno 40 cm prima di rompersi;
  • il rame, grazie alla sua resistenza alla corrosione, è compatibile con numerosi gas che vengono utilizzati nella climatizzazione.

Quindi grazie al rame è possibile la realizzazione di apparecchi sicuri ed efficienti, che durano nel tempo.

Il tubo di rame utilizzato in queste applicazioni deve rispondere alle caratteristiche tecniche e dimensionali contenute nella UNI EN 12735. prima dell’avvento della suddetta norma europea, ci si richiamava ad una norma americana, la ben nota ASTM B-280, che era il punto di riferimento per industrie, installatori e progettisti.

 

Share >