Raccordi a pressare

presidom.jpgQuesti raccordi riscuotono un vasto successo presso gli installatori, poiché facilitano enormemente l’operazione di giunzione, che dura pochi secondi e non richiede un’elevata professionalità, requisito necessario invece per la tecnica della brasatura. Il risparmio di tempo diventa sensibile soprattutto sui diametri maggiori. Si opera a freddo, in assenza di fiamme.

Il raccordo a pressare, comunemente chiamato anche press-fitting, presenta un O-ring in materiale sintetico, alloggiato in una nicchia toroidale sulla sua parete interna. La giunzione nasce quando si pressa il raccordo contro la parete esterna del tubo: la parte metallica, parzialmente deformata e schiacciata in più punti, garantisce la tenuta meccanica, mentre l’O-ring quella idraulica. L’O-ring può trovarsi a metà della lunghezza dell’inserimento del tubo o al bordo del raccordo.

Vengono suddivisi a seconda del loro utilizzo: si dicono di classe 1 se il raccordo è destinato ad impianti per il trasporto dell’acqua potabile, di classe 2 se è destinato al trasporto del gas ad uso domestico.

Tecnica di pressatura

La giunzione prevede diversi passaggi:

  • Il taglio del tubo. Non sono richiesti particolari accorgimenti, anche se, come nella brasatura, si consiglia di usare un tagliatubi a rotella, per avere un taglio rezcsoszereles_preseles5.jpgperpendicolare e evitare ovalizzazioni. La sbavatura. Bisogna sbavare accuratamente l’interno e l’esterno dei tubi di rame. Una bava non asportata potrebbe danneggiare l’O-ring! E’ necessario verificare che il raccordo sia pulito e che la posizione dell’o-ring sia corretta.  Non si devono usare lubrificanti e oli.
  • L’inserimento del raccordo. A questo punto si inserisce il raccordo, agevolando l’operazione mediante rotazione del raccordo stesso, che può anche non avere il punto di battuta
  • La pressatura. Si sistemano le ganasce della pressatrice perpendicolarmente sul raccordo, curando che siano adatte alle dimensioni del tubo e del tipo previsto dal produttore. A questo punto, si avvia l’utensile di pressatura fino a completa chiusura della ganascia.

UNI/TS 11147: le raccomandazioni pratiche per l'installazione

Riteniamo utile segnalare che l'appendice B della norma UNI/TS 11147 elenca alcune raccomandazioni pratiche per l'installazione dei raccordi a pressare: le riportiamo di seguito (senza tuttavia riportare l'intero testo):

press_fitting_installed.jpg

B1 Precauzioni generali Devono essere rispettate sempre le istruzioni per il montaggio e la posa in opera previste dal fabbricante del

sistema. L'installatore  deve sempre verificare la presenza della guarnizione di tenuta; l'installatore deve fornire al cliente la dichiarazione rilasciata dal fabbricante  del sistema, comprovante la durabilità del sistema medesimo.

B2 Prevenzione della corrosione per contatto Si devono evitare l'utilizzo di materiali non compatibili a contatto con il metallo del tubo. Negli staffaggi per mezzo di collari zincati, si deve inserire l'apposito inserto isolante in caso di contatto con il tubo di rame e di acciaio inossidabile.

B3 Pulizia delle ganasce di pressatura La superficie delle ganasce deve essere mantenuta pulita e priva di scorie metalliche, oltre che lubrificata. Tale pulizia deve essere periodica ed eseguita con strumenti idonei indicati dal fabbricante.

B4 Manutenzione e revisione dell'utensile di pressatura e delle ganasce L'installatore deve provvedere a far eseguire la manutenzione e la revisione periodica dell'attrezzatura.

B5 Estremità del tubo da inserire nel raccordo a pressare Per garantire l'integrità dell'o-ring, l'installatore deve controllare che l'estremità del tubo non presenti residuei, bave taglienti  e tagli non perpendicolari.

Share >

Questo video (titolo originale: ABC du tube cuivre) è stato preparato da CopperBenelux e mostra le lavorazioni e le giunzioni del tubo di rame impiegato nell'impiantistica idrosanitaria
FAQ

Che differenza c'è tra UNI TS 11147 e UNI 7129?

Semplificando al massimo, le due norme (pubblicate nel 2008 a pochi mesi di distanza l’una dall’altra) si differenziano da questo: la UNI 7129 è più “generale” e riguarda tutto l’impianto, mentre la UNI TS 11147 integra la precedente fornendo indicazioni per l’installazione di impianti con raccordi a pressare.